Crumble di mele e mandorle

Stasera avevo proprio voglia di un buon dolcetto fatto in casa e la cosa più veloce che mi è venuta in mente è stato un crumble, che ha cottura abbastanza veloce (30 minuti) e non occorre far raffreddare perchè va mangiato caldo.

Le mele me le ha gentilmente fornite la mia collega Elena, visto che in casa non ne avevo e, piovendo, non avrei potuto fermarmi a far la spesa… grazie! 🙂

Crumble di mele e mandorle

Ingredienti (per 4 porzioni):

  • 2 grosse mele
  • 70 g. di burro
  • 120 g. di farina 00
  • 70 g. di zucchero di canna
  • 50 g. di mandorle
  • uvetta a piacere
  • pinoli a piacere
  • cannella in polvere

Mescolare prima con una forchetta e poi impastare con le dita la farina, il burro freddo di frigorifero e lo zucchero di canna.
Il movimento da fare con le dita è quello che si farebbe dovendo sbriciolare del pane (to crumble –> sbriciolare) ed infatti l’aspetto del composto dovrà essere quello di grosse briciole.

Tritare le mandorle in modo grossolano e aggiungetele all’impasto.

Preparare una teglia da forno, che sarà anche quella di portata, e tagliate le mele a fettine sottili, dopo averle lavate e sbucciate. Le mele verrano posizionate a strati, uno sopra l’altro, spolverando su ogni strato un po’ di cannella e unendo un po’ di pinoli e uvetta.
Sopra le mele, sbriciolate il composto di burro, farina, zucchero di canna e mandorle.
Con esso coprite completamente le mele.

Infornate posizionando la teglia sul ripiano di mezzo ad una temperatura di 180-200° per circa mezz’ora.
Il crumble è pronto quando è ben dorato. Servite caldo.

Crumble di mele e mandorle

Con questa ricetta partecipo alla raccolta di Essenza di Vaniglia sulle torte di mele.

La mia torta di mele
E anche alla raccolta di Elena “Crumble…amore al primo assaggio…”
crumble.jpg

 

Crumble di mele e mandorleultima modifica: 2008-10-27T22:28:00+00:00da il_cercat0re
Reposta per primo quest’articolo

9 pensieri su “Crumble di mele e mandorle

  1. @sara: anche a me piace davvero molto, come tutti i dolci con le mele in realtà! 🙂

    @mary: unisciti pure, anzi, prendine un bel pezzo!

    @manu e silvia: si, è davvero facilissimo e molto rapido. Io l’ho fatto mentre facevo bollire l’acqua per la pasta e, finito di cenare, era già pronto per essere mangiato. copiate pure e aggiustate le dosi e gli ingredienti come preferite, è un dolce adatto alle mille sperimentazioni.

  2. ciao a tutti…. anche io amo molto le mele, e non solo le mele in genere, ma ogni singola varietà. Penso che dal punto di vista ecologico, ma anche gastronomico, sia molto importante preservarne la diversità.
    Per chi fosse interessato all’argomento, esiste un libretto di ricette sulle varietà di mele locali dell’alto lazio, edito da ANIMAMUNDI, che si chiama MELIBRO.
    Magari lo suggerisco anche sul blog di essenzadivaniglia che si sta occupando proprio di questo frutto-ingrediente così amato!!!!
    Per info qui (http://www.animamundi.it/) e qui (http://vanigliacooking.blogspot.com/2008/10/melibro.html), che poi sarei io, ;-P.
    ciao!

Lascia un commento